L'imprenditore Carlo Kechler. Quarta Parte

CARLO KECHLER

Importante fu la profonda conoscenza dell’industria della seta da parte di Carlo Kechler, tanto che egli ebbe a pubblicare una vasta letteratura sull’argomento con articoli e monografie che divennero una sorta di bibbia per gli industriali del settore, avendo anche ospitato Louis Pasteur per studiare assieme nuovi incroci di bachi.

In occasione dell’esposizione di Milano del 1881, di cui era giudice nella sezione filandieri, presentò una serie di dati statistici sulla industria serica nel Veneto e nel Friuli che rappresenta una dettagliata fotografia dello sviluppo e della vicina fine, da lui ventilata, di un’attività che aveva dato il progresso alle popolazioni del Nord.

Ma non va dimenticata anche la sua capacità imprenditoriale nel settore agricolo che lo vide impegnato nella modernizzazione di due grandi proprietà terriere da lui acquistate e dove sperimentò le cure migliori per evitare le malattie dei gelsi, le cui foglie rappresentano il cibo primario per l’allevamento dei bachi.

Interessante pure la sua attività alpinistica, che lo vide conquistare la cima del Monte Canin e dello Jof di Montasio, perché la considerava un mezzo di educazione fisica e morale. Morì nel 1901 e pagine intere vennero scritte sui quotidiani dell’epoca.